Borghi dell'Entroterra

L’entroterra di Marotta e della provincia è pieno di borghi caratteristici e paesini che conservano intatto il fascino della storia e di un tempo che sembra essersi fermato.

Noi ve ne suggeriamo alcuni per una visita turistico-culturale.

1. Itinerario Mondavio - Corinaldo

Prima tappa: MONDAVIO
Raggiungibile dall'Hotel Imperial di Marotta in auto in 30 minuti circa.
Lo splendido centro storico di Mondavio è fra i meglio conservati delle Marche, ispirato ai canoni architettonici della Città come " Corpo Vivente" di Leonardo e di Francesco Di Giorgio Martini.

Vi suggeriamo di visitare:

La rocca roveresca di Mondavio
Edificata fra il 1482 ed il 1492, per volontà di Giovanni Della Rovere, signore di Senigallia, la Rocca, su progetto del celebre architetto senese Francesco Di Giorgio Martini, è ritenuta un capolavoro assoluto dell'architettura militare rinascimentale.
Il magnifico complesso si compone di un imponente mastio poligonale a dieci facce irregolari scarpate che costituì un'inespugnabile fortezza, arma difensiva indispensabile per un territorio di confine su cui le battaglie hanno lasciato segni profondissimi.

Il Castello di Sant'Andrea di Suasa
A pochissimi chilometri da Mondavio, su una collina, circondato ancora oggi da possenti mura medievali con una sola entrata ad arco, il castello è stato edificato dai Monaci Benedettini che ospitarono le popolazioni limitrofe che vivevano e lavoravano sotto la loro protezione.

Seconda tappa: CORINALDO
Raggiungibile in auto da Mondavio in 15 minuti circa
Corinaldo è un piccolo borgo che ha il suo centro nella Piaggia, una scalinata di cento gradini verso cui convergono le case in mattoni rossi disposte a spina di pesce.

Simbolo ancora integro del borgo di Corinaldo sono le imponenti mura rimaste intatte dal Quattrocento, di cui se ne può percorrere l'intera cerchia, lunga 912 metri, con una suggestiva passeggiata guidata. Le porte, i baluardi, le torri di difesa, i merli ghibellini a coda di rondine, i camminamenti costituiscono un raro esempio di città fortificata.

Di grosso impatto visivo sono le Torri di Corinaldo: dalla quattrocentesca torre dello Sperone di forma pentagonale a quelle dello Scorticatore, del Mangano e del Calcinaro, che prendono il nome dalla professione che svolgeva chi vi abitava.
Girando verso il pozzo del Bargello si raggiunge la terrazza sopra l'arco della porta, da cui si può ammirare il centro storico e la campagna sottostante, arrivando con lo sguardo fino al Monte Conero nei giorni limpidi.

Da vedere assolutamente il Palazzo Comunale dalla forma architettonica neoclassica, il Teatro Comunale (1861-69) intitolato a Carlo Goldoni e la Casa del Trecento, che ospita la Pro Loco ed è la più vecchia del borgo.
Di grande interesse sono anche le chiese del borgo che testimoniano la lunga appartenenza di Corinaldo allo Stato Pontificio: la collegiata di S. Francesco, il santuario di S.Maria Goretti, la Chiesa del Suffragio e la Chiesa dell'Addolorata.

2. Itinerario Pergola - Arcevia

PERGOLA
Restando nell'entroterra fanese, ma scendendo verso sud, è d'obbligo una visita nel borgo medievale di Pergola.
Raggiungibile in auto dall'hotel in circa 45 minuti.
Le costruzioni del borgo sono tipiche del medioevo, con costruzioni in pietra, case-torri, portali a sesto acuto e bassorilievi, a conferma dell'importanza che la città ha avuto nel tempo.

Nel borgo di Pergola è stato rinvenuto un prezioso tesoro archeologico che merita una visita. Si tratta di un reperto romano, il gruppo dei "Bronzi dorati".
Il complesso rappresenta un probabile gruppo familiare, composto in origine da due coppie di figure femminili ammantate e velate, e da due cavalieri in veste militare d'alto rango, con cavalli riccamente ornati.
L'unico gruppo di bronzo dorato esistente al mondo giunto dall'età romana ai nostri giorni.

ARCEVIA
Raggiungibile in auto da Pergola in circa 30 minuti
Arcevia è nota per la sua Rocca inespugnabile e conserva ancora oggi una struttura urbanistica medievale, con le quattro porte del borgo fortificato e la bella Collegiata di San Medardo.

La collegiata cela al suo interno alcuni capolavori d'arte medievale e rinascimentale: il Polittico con il Padre Eterno, la Madonna col Bambino e i Santi e il Battesimo di Gesù di Luca Signorelli, nonché la bella terracotta smaltata di Giovanni Della Robbia, datata 1513 e posta come dossale sull'altare del transetto sinistro.

Da non perdere le porte di San Pietro, del Sasso, di Sant'Agostino, e i due bei torrioni di Sant'Agostino e di Santa Lucia che facevano parte dell'antica cinta muraria.
certificato en

Relax

"E' da 25 anni che annualmente ci rechiamo in questa struttura. Ogni anno stiamo sempre meglio sia per l'accoglienza, la competenza, la disponibilità ma soprattutto per la cucina, curata e di ottima qualità. Lo consiglio vivamente! Un grazie a tutto lo staff!"

Silvanariviello (Campione d'Italia, Italia)

Servizi

Hotel per Famiglie

Ideale per le famiglie che vogliono trascorrere una vacanze al mare: area giochi per bambini, la piscina, il giardino e la spiaggia privata con animazione.

Leggi tutto

Professionalità & Esperienza

La professionalità e l'esperienza sono i primi servizi che l'Hotel Imperial mette a disposizione dei suoi ospiti.

Leggi tutto

Ristorante & Bar

La cucina spazia dai piatti tipici del territorio marchigiano, come il pesce dell'Adriatico, i formaggi e le carni, i piatti più classici della cucina italiana.

Leggi tutto

Piscina & Mare

L'Hotel Imperial di Fano è un hotel 3 stelle sul mare con piscina e spiaggia privata, immerso in un verde giardino dove trova posto la piscina e la zona relax/solarium.

Leggi tutto